Neve sui Sibillini – 2017

La nevicata del Gennaio 2017 è stata imponente qua sui Sibillini: 1 metro e mezzo di neve in due giorni. Il peso della neve ha piegato i noccioli fino quasi a terra e le slavine del tetto hanno distrutto gli alberi di Susine Dalmassine più vicini alla casa. Molti alberi piccoli e tutti gli arbusti (melograno, mirtilli, ribes etc etc) sono sotto cumuli di neve alti fino a due metri. Il conto finale dei danni si farà col disgelo, ma per molte piante questo sarà l’ultimo inverno. Nella foto: il noccioleto dopo giorni di neve.

noccioleto-neve-2017

 

Cesto in legno di nocciolo

Un paio di volte l’anno bisogna spollonare i noccioli (Corylus avellana) per far concentrare risorse ed energie degli alberi nella produzione delle nocciole. Nei corileti (noccioleti) industriali l’operazione avviene tramite la somministrazione di miscele di agrofarmaci ad azione diserbante e spollonante dalle 2 alle 4 volte l’anno. Io li rimuovo manualmente con le cesoie e li considero una risorsa: le parti verdi e le foglie diventano pacciame per l’orto, mentre il legno può essere usato per costruire cesti e contenitori. I polloni sono molto meno flessibili dei vimini di salice e più difficili da lavorare, ma i cesti fatti con il nocciolo sono molto resistenti. La settimana scorsa ho spollonato tutte le piante del giardino e in qualche ora di lavoro ho intrecciato un cesto in legno di nocciolo.

Cesto in legno di nocciolo