Prime semine in un orto a cumulo “Holzer”

I primi semi piantati nell’orto a cumulo costruito un paio di settimane fa sono spuntati. Almeno metà dei fagiolini “Slenderette”* sono stati decapitati da chiocciole e\o limacce entro pochi giorni dalla nascita, mentre l’altra metà prospera grazie alla pioggia e al caldo degli ultimi giorni. Per evitare la perdita di tutte le piantine ho distribuito del fosfato ferrico intorno al cumulo. Un lumachicida, per quanto “biologico” è solo una soluzione temporanea; negli altri orti a cumulo (più maturi, con una popolazione vegetale più varia e senza controllo chimico) la situazione è migliore, nonostante la popolazione di lumache sia la stessa. La scorsa settimana ho completato la pacciamatura con una carriola di cippato di ramaglie e ho seminato nel cumulo cucurbitacee (meloni “Retato degli ortolani”* e zucchine “Bianche di Trieste”*) e nasturzi (Tropaeolum majus**). Ieri ho riseminato fagiolini varietà “Purple queen”* nei posti rimasti scoperti.

* Semi standard a impollinazione aperta, non conciati.

** Semi non conciati, trovati in un mix di semi di fiori.

In primo piano: l'ultimo cumulo che ho costruito, con i primi fagiolini germinati da alcuni giorni. Sullo sfondo: il Verbasco, sempre più imponente e ormai prossimo alla fioritura, e gli orti a cumulo più vecchi.

In primo piano: l’ultimo cumulo che ho costruito, con i primi fagiolini germinati da alcuni giorni. Sullo sfondo: il Verbasco, sempre più imponente e ormai prossimo alla fioritura, e gli orti a cumulo più vecchi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...